15
Nov

Pensili si pensili no!!

Una scelta con valenza sia estetica che funzionale è legata all’utilizzo o meno dei pensili. Sempre più frequentemente ci troviamo a progettare cucine senza utilizzo dei pensili, inserendo colonne, si tratta di composizioni di grande effetto che rendono la cucina un elemento d’arredo più neutro e maggiormente integrato al resto dell’arredamento.

È una scelta insolita, a pensarci bene, anche perché gli oggetti non sono mai abbastanza. Allo stesso tempo, però, è l’ideale per chi desidera rendere l’ambiente più arioso. Per questo motivo ci vuole una progettazione che sia il giusto compromesso tra la funzionalità e lo stile. I mobili base contenitivi perciò saranno i maggiori alleati per organizzare tutto al meglio.

La prima cosa da fare è scegliere i mobili base. Sì, perché devono essere capienti per riporre le stoviglie, piatti, bicchieri e pentole. Da Munari arredamenti è possibile trovare mobili sotto piano più profondi di 60 cm, perfetti quindi per una cucina che, non avendo pensili, ha necessità di avere grandi spazi a disposizioni nella parte bassa.
Una bella alternativa ai pensili possono essere le mensole. Se poche, ben disposte e dal design essenziale permettono di avere un piano di appoggio in più arredando la parete: tutto senza grossi ingombri visivi.

Inoltre lo zoccolo di 6 centimetri permette di ottenere diversi vantaggi pratici, fra cui un aumento di volume, l’aumento della profondità (che passa da 56 ai fino 64 centimetri del piano di lavoro) e la possibilità di aggiungere un secondo ripiano per basi di altezza 78 centimetri.